Una vita spericolata: Steve McQueen. Dal 9 Novembre al cinema!

0
504

“Voglio una vita spericolata, voglio una vita come quelle nei film, voglio una vita come Steve McQueen“, anche dalla canzone di Vasco Rossi “Vita Spericolata” del 1983, è possibile capire, per chi non ha mai avuto modo di conoscere Steve McQueen, la sua “follia”e la sua vita spinta sempre al limite. La sua fu davvero una vita spericolata, almeno fino a quando il 7 novembre del 1980 fu sconfitto dal cancro.

Il film che sarà nelle sale cinematografiche a partire dal 9 novembre, è un documentario che ripercorre il progetto di un lavoro sulla 24 ore di Le Mans, il film interpretato e fortemente voluto da Steve McQueen su una delle gare automobilistiche più famose e complicate del mondo che rappresentò il suo progetto più ambizioso, ma anche il suo fallimento più grande. Il film documentario si snoda tra interviste ad amici, ai familiari familiari, ed a coloro che hanno avuto modo di lavorare con lui, inoltre è ricco di filmati d’epoca e di materiale mai proiettato prima. Il film ricostruisce anche la vita di Steve McQueen e le sue grandi passioni tra cui il lavoro, la famiglia, i figli, i motori e le corse.

Steve McQueen iniziò la carriera cinematografica con un ruolo secondario nel film “Lassù qualcuno mi ama” di Robert Wise, l’esplosione del suo successo lo ottenne con la parte del cowboy in “I magnifici sette” di John Sturges, successivamente partecipò al film “Sacro e Profano” nel 1959. Nel 1961 fu protagonista del film “L’inferno è per gli eroi” in cui aveva il ruolo del sergente degradato, nel 1963 interpretò un altro personaggio memorabile in “La grande fuga” in cui interpretò il mitico capitano Virgil Hilts.

Da qui tantissime altre interpretazioni che lo hanno reso parte della storia del cinema mondiale. Accanto all’amore per il cinema, Steve McQueen, amava donne (ha avuto 3 matrimoni e molte spasimanti) e motori, amava talmente tanto le corse che evitava ogni tipo di controfigura eseguendo le scene che solitamente venivano affidate agli stuntman. Per chi è troppo piccolo per conoscerlo il 9 novembre sarà l’occasione per conoscere la sua vita, mentre per i più grandi e per gli appassionati sarà un modo di rivivere emozioni indescrivibili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here