Interpretare Gesù ha rovinato la carriera di Jim Caviezel

0
342

Era il 2004 quando al bell’attore statunitense Jim Caviezel venne proposto un ruolo tanto importante, quel ruolo che venne considerato come il più importante della sua carriera. E chi avrebbe mai immaginato che interpretare Gesù nel film “La passione di Cristo” di Mel Gibson, avrebbe interrotto bruscamente la sua carriera di attore.
Critiche e controversie, il film non ha aiutato la carriera di Caviezel, esattamente come gli spiego proprio Mel Gibson quando decise di ingaggiare l’attore.
“Voglio tu sappia che potresti avere problemi dopo”, avrebbe detto Gibson all’attore prima di ricevere come risposta un “Io credo in questo progetto”.

“Gli ho detto ‘Mel questo è quello in cui credo. Tutti noi abbiamo una croce da portare. Io devo portare la mia. Facciamo questo film!'”, ha spiegato l’attore, ricordando l’entusiasmo di quell’anno.
Ma subito dopo l’uscita del film le cose non sono andate per il verso giusto: “L’industra cinematografica mi ha respinto”.
Dopo quel film per Jim Caviezel sono arrivate altre proposte, tra le quali “Identità sospette – Unknown”, “The Stoning of Soraya M.” e “Outlander – L’ultimo vichingo”, quest’ultimo datato 2009.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here