E il “bunga bunga” si prepara a sbarcare al cinema con Roberta Torre

1
393

Sesso, italianità e giovani ragazze: lo scandalo italiano che ha colpito il premier Silvio Berlusconi arriverà al cinema per presentare sul grande schermo il racconto del bunga bunga attraverso le direttive dell’attrice Roberta Torre, che sembra essere già in possesso di una sceneggiatura.
Ma ovviamente l’idea di questa pellicola non ha fatto felice nessuno, tanto meno Rai e Mediaset: “Stiamo cercando soldi in Germania, ci vorrà qualche mese”.

La regista ha lavorato utilizzando giornali, ma soprattutto intervistando Patrizia D’Addario: “Desideravo raccontare, con tocco chapliniano, un Paese in cui la fantasia supera costantemente la realtà. Per riuscire nell’impresa però, l’unica possibilità era esplorare il grottesco senza cadere nell’inganno della cronaca politica”.
La pellicola avrebbe già un titolo, “La caduta dell’impero”.
Ci ritroveremo all’interno del cast? “Vorrei volti sconosciuti con un’eccezione. Sarei felice di scritturare Joe Pesci. Un Berlusconi perfetto. Piccolo, espressivo, capace di sottili vendette, interessato alla rappresentazione teatrale dell’amplesso, più che al sesso in quanto tale”.

Alessandra Battistini

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here