Finalmente trasmesso negli States il film su Amanda Knox

0
703

Le polemiche attorno a tale progetto presero inizio sin dalle prime riprese, le critiche arrivano anche dall’Italia, ma questo non ne ha fermato la programmazione per la televisione americana sul canale Lifetime.
E’ andato in onda ieri sera “Amanda Knox: Murder on Trial in Italy” dove a vestire i panni della studentessa protagonista, finita in carcere per l’omicidio di Meredith Kercher, è l’attrice Hayden Panettiere.
Come detto l’Italia non è riuscita a rimanere in silenzio, soprattutto dopo aver visto il trailer ufficiale del film tv che conterrebbe a detta di molti troppe scene crude. Non bisogna dimenticare che il caso è ancora aperto e, a detta dei familiari, la memoria di Meredith sarebbe stata rovinata.

Il film, che cerca di raccontare fedelmente l’andamento delle indagini, ha dovuto però subire diversi tagli, per esempio nella scena dell’omicidio, una scelta che ha fatto infuriare anche il regista Robert Dornhelm, che ha ottenuto poi non poche polemiche.
“Mostrare Amanda che impugna un coltello equivale a una condanna senza appello. Io avevo girato quella scena per illustrare la teoria dell’accusa, con la chiara intenzione di mettere in dubbio la realtà. Mi ero fatto promettere di non mostrare quella scena a nessuno fintanto che io non l’avessi montata a dovere. Lifetime non ha mantenuto la promessa, anzi, l’ha sbattuta nel trailer e la stampa ci è saltata sopra, pubblicando il fermo immagine di una ripresa che non c’è nemmeno più nel taglio finale del film”, ha rivelato il regista.
Nonostante i timori per la messa in onda, il film è riuscito a mantenere un certo distacco per poter raccontare, con un certo equilibro tra accusa e difesa, questa terribile storia.
Ovviamente, nell’Italia ipocrita e bigotta, si è scelto di non acquistare la pellicola, impedendo così che possa essere trasmessa nel nostro paese?

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here