Hollywood manipola le star, Amanda Seyfried si rivolta: “No al botox”

0
266

Molti di noi si sono spesso chiesti che cosa spingesse una star di Hollywood a rovinare e modificare il proprio volto: la paura di invecchiare, di perdere attenzione e quindi di non avere lavoro sono solo alcune delle possibilità.
Alla base di tutto domina il il potere di Hollywood e la debolezza dello star-system, dove se non si diventa tutti uguali, con visi lucidi e ripieni di plastica (come nel miglior mondo di Barbie) allora non si merita di venir presi in considerazione per qualche ruolo che spesso finisce solo per essere marginale.
Perché quando Hollywood chiama, la star risponde: che botox sia!

C’è ancora chi ha avuto il coraggio di rifiutare questa standardizzazione dell’immagine di un attore, gli esempi più celebri sono le splendide sessantenni Meryl Streep e Helen Mirren, per le quali il talento e il cervello sono riusciti a prevalere su tutto.
E di recente la “chiamata” è arrivata alla giovanissima 25enne Amanda Seyfried, pronta a tornare al cinema con “Cappuccetto Rosso”.
“Voglio essere libera di essere ciò che sono, anche se questo potrebbe darmi qualche problema”, avrebbe risposto l’attrice, spesso paragonata alla collega e coetanea Megan Fox, che ormai di reale ha ben poco. Il botox viene usato come filler per labbra, per la fronte e per la zona sotto gli occhi ed agisce fermando il rilascio di acetilcolina, questo paralizza i muscoli che non riceveranno più alcun impulso nervoso.
Oltre a lei anche Carey Mulligan e Anne Hathaway hanno ricevuto la proposta, ma tutte hanno saputo dire no.
Il rischio è quello di finire come Meg Ryan, Teri Hatcher, Nicole Kidman oppure, tanto per intenderci meglio…come Nina Moric o Simona Ventura.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here