Anno uno: preistoria e comicità

0
328

anno-unoJude Apatow realizza una pellicola incentrata sulle tematiche del mondo maschile, di uomini adulti ma, in realtà, mai cresciuti. Per riuscire al meglio nel suo intento, Apatow si serve di un esperto commediografo come Harold Ramis, già conosciuto come sceneggiatore dei Ghostbuster e regista, poi, di Ricomincio da capo, e con due attori del calibro di Jack Black e Michael Cera. I due vanno a costituire la coppia comica più divertente che ci sia: uno è la mente, l’altro è il corpo, uno pensa, l’altro fa. Un’accoppiata davvero molto originale, in un’ambientazione del tutto insolita.

[ad]

I due cavernicoli, Zed e Oh, incapaci di procurarsi cibo con la caccia, vengono esclusi dalla loro tribù dopo che il primo ha mangiato una mela proibita dell’albero del bene e del male. In fuga dalla loro valle scoprono che il mondo non finisce dopo le montagne; iniziano, così, un epico viaggio che li farà scoprire popoli e genti di cui mai avrebbero sognato l’esistenza. Sulla loro strada incontrano una miriade di personaggi biblici, tra cui i fratelli Caino e Abele e il patriarca Abramo e suo figlio Isacco. Quando, però, i due scoprono che a Sodoma sono stati resi schiavi membri della loro tribù, troveranno il modo per il modo per liberarsi e mettersi in mostra con le ragazze che sognano ma da cui, però, non vengono assolutamente ricambiati.anno-uno2

Sono passati trent’anni da quando Brian di Nazareth, epopea di un inetto che per essere nato in una capanna accanto a quella di Gesù, per tutta la vita è stato vittima di scambi di persona, flagellazioni, lapidazioni e crocifissioni, racconta una storia comica ma anche troppo compromettente per la fede cristiana; infatti, tutto il mondo religioso, compresi musulmani ed ebrei, si arrabbiarono parecchio per una simile pellicola. Oggi, a quei trent’anni trascorsi, si può dire che la comicità preistorica, prodotta da Jude Apatow, fa ridere di gusto il pubblico spettatore, abbassando di gran lunga la media di coloro che sono pronti a puntare il dito contro la pellicola che mischia comicità con personaggi biblici.

GUARDA TRAILER

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here