Raoul Bova e il nuoto: “Mi sono sentito sempre un perdente”

0
337

Molte volte interpretare un particolare ruolo al cinema o in televisione permette ad un attore di entrare in contatto con i propri limiti, le proprie paure, il proprio passato. E’ quello che è accaduto a Raoul Bova quando è entrato in contatto con la serie televisiva “Come un delfino“; intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni il bell’attore romano ha deciso di confessare un fatto che ha segnato la sua vita, quando appena 18 enne decide di abbandonare il mondo del nuoto per una forte paura.
“Non ho avuto il coraggio di vincere. Mi sono sentito sempre un perdente. Anzi un non vincente. Uno che per paura di perdere preferisce non rischiare di vincere”.

E’ stato portato a questa scelta per colpa del suo modo errato nel vivere le gare e affrontare lo sport; la sua mentalità lo hanno costretto a non puntare mai troppo in alto. Fortunatamente per lui, proprio grazie a questa serie, per la quale è attore e produttore, ha trovato il modo di rispolverare il suo rapporto con l’acqua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here