Clint Eastwood: “Non ho l’età per essere un attore”

0
58

Ormai pare davvero averci preso gusto con la sua fortunata carriera di regista, mai un flop, la critica lo sostiene e il pubblico ama la sua visione cinematografica. Clint Eastwood si é presentato per la presentazione del suo nono film da regista “Invictus”; durante la presentazione si é concesso ai microfoni dei giornalisti ed ha rivelato di essere troppo impegnato per trovare tempo per la recitazione: “Oggi il mio posto è dietro la telecamera”.

[ad]

A fine maggio le candeline sulla sua torta saranno ben 80, il tre volte premio Oscar aveva già annunciato subito dopo l’uscita di “Gran Torino” nel 2008, che non avrebbe più recitato.

Ha voluto sfruttare l’occasione per ribadire il concetto, sentendosi non adatto a recitare, essendo poi anche difficile trovare ruoli idonei per la sua età “avanzata”, come lui la definisce: “Sono pochi i copioni per un attore della mia età. Inoltre, preferisco lasciare le scene quando sono ancora famoso: non voglio essere come un pugile che si attarda sul ring finché non è più in grado di dare il meglio. E poi, ho imparato da mia madre che quando cominci a non divertirti più, è il momento giusto per fermarti”.
Di certo oggi é un uomo che può offrirci molti di più come regista che come attore: “Il segreto della longevità consiste nel cambiare costantemente, nel cercare nuove sfide da superare. Mio padre mi ha sempre detto che lavorare e tenersi impegnati aiuta a mantenersi giovani, a conservare una mente attiva: io ho sempre fatto tesoro di questo insegnamento”.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here