Riccardo Scamarcio – dal teatro al grande schermo

0
156

riccardoscamarcioRiccardo Scamarcio (Trani, 1979) si trasferisce a Roma a soli 16 anni, dopo l’ennesima ira dei genitori per la sua mala condotta liceale, su consiglio di un amico, comincia a seguire dei corsi di recitazione del Centro Sperimentale, dove studia con Mirella Bordoni, Mino Bellei, Marco Baliani e soprattutto Nicolai Karpov.
Dopo aver fatto la gavetta in teatro, esordisce nella famosa serie tv di Rai Due, Compagni di Scuola (2001), proseguendo, poi, con Ama il tuo nemico 2, il film tv diretto da Damiano Damiani. A imprimergli quella notorietà che oggi l’accompagna fortunatamente nel mondo del cinema è la pellicola di Marco Tullio Giordana con il film La meglio gioventù.

[ad]

Dopo aver interpretato Ora o mai più (2003) di Lucio Pellegrini, viene scelto da Luca Lucini per il ruolo che lo consacrerà ad attore di culto degli adolescenti: il diciannovenne teppista Step del blockbuster romantico Tre metri sopra il cielo (2004), accanto a Katy Louise Saunders. Il ruolo, che gli si addice a pennello, consente a Riccardo di ottenere la giusta notorietà, quel successo tanto sperato, tanto atteso. Seducente e violento, tenero ad affrontare il primo amore con Babi, un fiume in piena perennemente in contrasto con la società, con la famiglia e tormentato dal suo passato tanto vissuto, riscuote uno straordinario sul grande schermo, fino a far diventare il film stesso un best-seller, un vero e proprio cult per i più giovani. Oltre agli applausi del pubblico, per l’occasione, Scamarcio viene insignito del premio il Globo d’Oro come miglior attore esordiente.

Altri importanti passi fatti da Riccardo sono quelli fatti sul set de L’odore del sangue (2004) di Mario Martone e poi su quello de L’uomo perfetto (2005). Entra, poi, a far parte del cast di Texas (2005) di Fausto Paravidino, importante film per Riccardo: su questo set Scamarcio si innamora dell’attrice Valeria Golino (di 14 anni più grande di lui), aggiudicandosi, nel frattempo, una nomination ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista.

[ad]

Sguardo fulminante, occhi 100% espressivi e volto da duro, rientra nel ruolo di Nero in Romanzo Criminale (2005) per la regia di Michele Placido, riproponendo, l’anno successivo, il suo talento in tv al fianco di Martina Stella in La freccia nera (2006). Protagonista con Monica Bellucci di una delle scene più erotiche di Manuale d’amore 2 – Capitoli successivi (2007) di Giovanni Veronesi, interpreterà poi Mio fratello è figlio unico (2007) di Daniele Luchetti (tratto dal romanzo “Il fasciocomunista” di Antonio Pennacchi), dove interpreta il ruolo di Manrico, un ragazzo vincente e interessato alla politica più per posa che per convinzione, opposto al fratello perdente interpretato da Elio Germano. Testimonial di successo dei gioielli e orologi Breil, riprende i panni di Step nel sequel Ho voglia di te (2007), diretto da Luis Prieto. Sempre nel 2007 lavora a Go go tales  nel ruolo di Doctor Steven.

Nel 2009 il grande successo firmato Scamarcio continua a gonfie vele con Prova a volare nel ruolo di Alessandro, Colpo d’occhio nel ruolo di Adrian, Italians, Verso l’Eden nel ruolo di Elias, Il grande sogno nel ruolo di Nicola e La prima linea nel ruolo di Sergio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here