La crisi mondiale colpisce Cannes e i suoi party privati?

0
66

“Il moderno Robin Hood? Probabilmente sarebbe a Wall Street a combattere contro gli speculatori e contro chi si arricchisce illegalmente o farebbe la guerra a chi controlla, manipola e monopolizza i media”.
E’ con questa dichiarazione maliziosa e divertente che si é presentato a Cannes il bravo attore Russell Crowe, colui che con il suo film “Robin Hood” aveva proprio il compito di aprire la manifestazione.
Il suo messaggio é forse la giusta rappresentazione di come stanno andando le cose nel mondo, ma che cosa accade al Festival di Cannes?
Gli addetti ai lavori dicono che la crisi c’é e si sente, ma si sta lavorando duramente per evitare di rendere opaco un evento importante come questo; non mancheranno le star, che hanno già iniziato a mostrarsi sulla croisette ieri per la presentazione del colossal citato sopra.

Domani toccherà ai tanto attesi Michael Douglas e Susan Sarandon per l’atteso “Wall Street: money never sleeps” di Oliver Stone, fuori concorso, giusto per restare in tema di soldi!
Woody Allen arriverà il 15 con il film “You will meet a tall dark stranger” che si porta dietro un grande cast Naomi Watts (impegnata anche in “Fair Game” con Sean Penn), Anthony Hopkins, Antonio Banderas e Freida Pinto.
Volete sapere qualche altro nome importante? Elio Germano, Raoul Bova, Stefania Montorsi, Isabella Ragonese e Giorgio Colangeli per l’Italia, mentre i grandi attori hollywoodiani saranno Patrick Dempsey, Milla Jovovich, Eva Longoria, Laetitia Casta, Cheryl Cole e Evangeline Lilly.
C’é poi chi ipotizza l’arrivo di Mick Jagger, per poter prendere parte alla proiezione della versione rimasterizzata del documentario “Exile on main street”.
Non vi sarà l’appuntamento con la grande moda al “Dolce & Gabbana party”, festa che ha sempre segnato la fine del Festival.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here