De Sica e Morante lavorano con Pupi Avati

0
251

“Il figlio più piccolo” è l’ultima fatica di Pupi Avati, nelle sale dal 19 febbraio e potrà contare sulla straordinaria Laura Morante, Luca Zingaretti e Nicola Nocella. Ma tra loro si aggiunge anche il “comico” Christian De Sica per la prima volta in un ruolo del genere, lontano dalle solite commediole di Natale.

[ad]

“Non ho mai fatto un cinema di denuncia ma questa volta mi sono sentito costretto a guardare a un presente che è diventato sempre più indecente. Non parlo solo della politica, ma in tutti gli ambiti la volgarità e la scorrettezza che ci sono oggi nel nostro Paese mi hanno fatto come insorgere e tentare di ricandidare l’innocenza, quella più cogliona, disarmante come aveva Nik Novecento”, spiega il regista.

Il film racconta della Bologna nel 1992, quando i due protagonisti (Morante e De Sica) si sposano avendo già avuto 2 bambini. I figli cresceranno con un padre lontano, odiandolo e non provando rispetto per lui che ha preferito seguire la sua via piuttosto che stare al fianco della loro madre. Ma De Sica tornerà in scena proprio per cercare di mettersi in contatto con il figlio più piccolo (interpretato da Nicola Nocella).
Christian De Sica è onorato, commosso per la possibilità che gli è stata concessa e con il suo nuovo film ha anche modo di ricordare suo padre: “Il cinema di Pupi Avati mi ricorda quello che faceva mio padre. E, tra l’altro, Avati è ingenuo e timido proprio come mio padre. Devo dire che quando mi sono trovato a lavorare con Laura Morante ero piuttosto timido anch’io, pensando che lei era un’attrice di Moretti, ma poi è andato tutto bene. Comunque mio padre sarebbe molto contento di questo ruolo”.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here