Capitan America sconfigge Berlinguer al botteghino

0
186

Tranquilli, non parliamo di politica né, tantomeno, di zombie risorti e venuti a divorare la classe dirigente in disarmo già messa in crisi dallo spiritato governo Renzi. Stiamo parlando, più semplicemente, di cinema e, nel particolare, di cinema in sala, in questi giorni.

Attesissimo in sala, l’immaginifico Captain America – The Winter Soldier ha davvero stravinto, senza che nessun “rivale” sapesse neppure resistergli un poco. Il nuovo film targato Disney/Marvel (la prima come casa distribuzione, l’altra come casa di produzione) domina in lungo e in largo al box office nazionale, facendo fermare il registratore di cassa a 2.951.633€. A distanza siderale, e qui si capisce il senso del titolo volutamente ambiguo, il film-documentario a firma Walter Veltroni, Quando c’era Berlinguer: con la somma di 213.195€ incassati si ritaglia un onorevolissimo nono posto, segnalandosi quale principale sorpresa tra gli “sconfitti” dal supereroe a stelle e strisce. La seconda piazza settimanale, infatti, è stata per Storia di una ladra di libri alle soglie del milione (949.481€), col podio completato da Pio e Amedeo, protagonisti in Amici come noi. A seguire, Mr. Peabody & Sherman, cartoon della Dreamworks, Non buttiamoci giù, commedia ispirata al libro dell’inglese Nick Hornby, Yves Saint Laurent , Lei, 300 l’alba di un impero e Allacciate le cinture. Che per l’ex segretario del Partito Democratico si apra una carriera cinematografica? Difficile dirlo, benché l’amore per la settima arte non sia mai stata un segreto per lui, senza contare l’esempio di un certo Al Gore che, da “delfino” di Bill Clinton e sconfitto alle elezioni presidenziali americane del 2000 da George W. Bush, si è poi tolto la soddisfazione del premio Oscar nel 2006, con Una scomoda verità (miglior documentario e miglior canzone), e addirittura del Nobel per la Pace, l’anno successivo. Anche Al, in fondo, ha rappresentato l’America.

Il successo del Capitano “geneticamente modificato” si registra, però, non soltanto nel buio delle sale cinematografiche, ma anche presso i più importanti gestori di giochi e casino online: le slot online a tema realizzate prontamente dai maggiori soggetti del settore sono state direttamente prese d’assalto dai giocatori, che hanno dimostrato di apprezzare non poco la capacità di aggiornamento e novità dei vari giochi. Che dire? Un trionfo… a tutto campo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here