Oscar 2011: per l’Italia c’è La Prima Cosa Bella di Paolo Virzì

0
75

Sono passati ormai 13 anni dall’ultimo successo italiano agli Oscar. Nel 1997 Roberto Benigni fece ridere e piangere il mondo intero con quel capolavoro indiscusso che è La Vita E’ Bella e da lì in poi è stato solamente il buio per il nostro cinema. Solamente Cristina Comencini era riuscita ad arrivare nella cinquina dei finalisti per concorrere all’ambita statuetta per il miglior film straniero nel 2006 con La Bestia Nel Cuore. Ora a rappresentare il cinema italiano agli Oscar 2011 ci sarà La Prima Cosa Bella del regista Paolo Virzì. Il regista livornese è riuscito a superare al rush finale tutti i suoi validi avversari, anche quelli più gettonati e che sin dall’inizio erano stati dati come favoriti. Nella lista dei film italiani ‘papabili’ c’erano Baciami Ancora di Gabriele Muccino, Io Sono L’Amore di Luca Guadagnino, L’Uomo Che Verrà di Giorgio Diritti, Basilicata Coast To Coast di Rocco Papaleo, Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek e, non ultimo, Venti Sigarette di Aureliano Amedei, trionfatore nella sezione Controcampo Italiano al Festival di Venezia 2010. La Prima Cosa Bella è una commedia drammatica di una famiglia distrutta che si riunisce al capezzale di una madre malata (Stefania Sandrelli), in un crescendo di flashback e ricordi d’infanzia che faranno riavvicinare il figliol prodigo Bruno (interpretato magistralmente da Valerio Mastandrea, sempre troppo sottovalutato rispetto alle sue reali capacità) alla genitrice. La Prima Cosa Bella ha tutte le carte in regola per poter far bene agli Oscar 2011. L’augurio è che Paolo Virzì riesca ad eguagliare Benigni portando a casa una statuetta che sarebbe un lustro per l’Italia intera.

Marco Pesino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here