Cinema, un sogno lavorativo per tanti giovani

0
127

Il cinema italiano non se la passa bene. Nel 2014 gli incassi dei film sono stati del 7% inferiori rispetto al 2013, mentre nel primo trimestre del 2015 il calo arriva all’8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Ma non conviene mai limitarsi al bicchiere mezzo vuoto. Anche se, probabilmente, quel vuoto è ben più della metà del contenitore.

C’è stato il premio oscar alla Grande Bellezza nel 2014 e i film in concorso all’ultimo Festival di Cannes sono stati ben sei.

Il cinema italiano, allora, è ancora vivo, anche se ha tanto bisogno di sostegno, visione e comprensione.

Se il cinema è la tua passione, non puoi smettere di sognare un lavoro al suo interno.

Nonostante tutta la lucidità imposta da dati scoraggianti, è un sogno duro a scomparire. Entrare nel sistema del cinema è difficile, ok. Ma riuscireste a citare un solo settore , oggi, dove sia invece facile?

Di positivo c’è la grande varietà di competenze e di figure professionali richieste per realizzare una pellicola. Le figure che dominano il sistema, come fossero pianeti, sono attori, registi e produttori.

Rispetto all’astronomia però, tali figure “dipendono” dai loro satelliti. Senza truccatore, costumista (e stuntman), il lavoro dell’attore sarebbe minato alla base. Senza direttore della fotografia, fonico e montatore, il regista sarebbe perduto. Senza segretaria e assistente, anche il produttore più bravo non saprebbe più da che parte muoversi.

E non è finita qui, anzi. Ogni “satellite” dipende a sua volta da professionisti che operano fianco a fianco, nell’ombra. Non compaiono il giorno della prima, né sui titoli dei giornali, ma a fine della proiezione, sullo schermo, in quella sequenza di nomi, cognomi e professionalità che leggiamo di sfuggita quando ormai è tempo di prendere il cappotto e uscire dalla sala.

Il primo passo da fare, allora, è non perdersi d’animo.

Il secondo è una bella ricerca sul web.

Tra le varie opzioni possibili, i siti di annunci sono una buona risorsa, perché mettono in comunicazione i gestori dei corsi con i destinatari. All’interno di tale ambito, il torinese Bakeca è attivo da dieci anni e vanta perciò di una comprovata esperienza. Tra le diverse sottocategorie del menu, quella relativa ai corsi professionali è quella che fa per voi. Dovrete solo inserire “cinema” nella finestra di ricerca. E scartare i risultati relativi alla comprensione delle opere filmiche, perché voi non state cercando chiavi di lettura per il cinema sudcoreano, ma un lavoro che incontri la vostra passione .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here