Angelina Jolie e la guerra in Bosnia: ancora minacce per il suo film

1
58

Non ha avuto paura di niente, nonostante sia stato davvero difficile riuscire a portare a termine le riprese del suo “In the Land of Blood and Honey” (Nella terra del sangue e del miele): nel ricordo degli orrori che hanno caratterizzato la guerra in Bosnia 20 anni fa, Angelina Jolie è approdata lo scorso lunedì al Festival di Berlino. Proprio in terra tedesca le venne assegnato un premio speciale per la pace!
Ma le cose non sono andate altrettanto bene a Sarajevo dove martedì sera l’attrice americana e alcuni attori hanno ricevuto alcune minacce.

“Mi sono state spedite delle cose, altre sono state postate online. Il cast non mi ha mai riferito di queste minacce, ma ho saputo da altre persone cosa stava accadendo uno di loro si è ritrovato i finestrini dell’auto in frantumi, un altro ha avuto un problema con il telefonino nel mirino degli hacker, con l’invio di e-mail offensive”, dice la bella Angelina al Guardian.
Preoccupandosi per i suoi attori, Angelina ha deciso di dare agli attori anche l’opportunità di lasciare la regione, ma hanno scelto di rimanere insieme a lei.

Alessandra Battistini

Foto: JustJared

1 COMMENT

  1. Wasn’t the 1972 Izetbegovic “Islamic Declaration” the start of everything? Cause and effect’s always confused!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here