Morto il 64enne attore inglese Pete Postlethwaite

0
268

Il suo debutto come attore in terra americana é avvenuto negli anni ’70, grazie a quel famoso regista, Ridley Scott, che l’ha voluto nel film “I duellanti”; per poter parlare però di primo film di successo bisogna aspettare fino gli anni ’80, quando viene presentato “Voci lontane… sempre presenti”, e poi gli anni ’90 per vederlo in “Amleto” di Franco Zeffirelli.
Di chi stiamo parlando? Si chiamava Pete Postlethwaite ed é stato nominato come uno degli attori inglesi più popolari del mondo, non a caso la sua carriera si é equamente divisa tra cinema hollywoodiano e il teatro.
L’attore si é spento il 2 gennaio all’età di 64anni a causa di un lungo e logorante cancro ai testicoli.

Divenuto molto famoso non tanto per i suoi ruoli da protagonista, ma per i suoi ruoli da cattivo e per quei suoi lineamenti così familiari e inconfondibili.
Nella sua lunga carriera non possiamo non ricordarlo in “I soliti sospetti” di Brian Singer, “Nel nome del padre” unica pellicola in grado di portarlo fino ad una candidatura agli Academy Awards, ed in seguito arrivò una lunga e ripetuta collaborazione con Steven Spielberg che lo scelse per “The lost world: Jurassic Park” e in “Amistad”.
Il suo ultimo lavoro già distribuito in Italia é “Inception” di Christopehr Nolan, dove si ritrova a interpretare l’ennesimo ruolo secondario, ma dove mostra anche il suo incredibile talento.

Alessandra Battistini

Foto: Imdb

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here