Infanzia difficile per Nancy Brilli, costretta a indossare una parrucca

0
52

Vedendola sempre così sorridente, viene difficile credere che abbia avuto un passato difficile, dove la sofferenza ha dominato su ogni aspetto della sua vita; sappiamo bene che spesso, gli attori o più semplicemente i vip che appartengono al mondo dello spettacolo, quando si trovano lontano dai riflettori, possono essere persone diverse. Bé meno male!

[ad]

A parlare però é stata l’attrice Nancy Brilli, donna forte e tenace che per la primissima volta ha aperto il proprio cuore, mostrando la sua travagliata giovinezza sulle pagine di Gente: “Mia madre è morta quando avevo 10 anni. Papà era sempre via per lavoro e sono cresciuta con la nonna paterna che mi fece rasare i meravigliosi capelli. Non gliel’ho mai perdonato. Erano il ricordo di mia madre, che passava le ore a spazzolarli e a massaggiarli con il balsamo: erano le nostre coccole. Da allora, sono diventati crespi e preferisco indossare la parrucca”.

“Crescendo sono diventata una ragazzina insicura, chiusa e invidiosa della felicità altrui mio fratello mi soprannominò ‘la furibonda’. Ho dovuto imparare da sola l’importanza di sorridere e la forza dell’ironia. Sono una donna di buona volontà e facendomi aiutare da uno psicoterapeuta ho curato la rabbia. Adesso invece di distruggere costruisco e nemmeno morta vorrei tornare a 20 anni”.
E parlando di amore, uomini e matrimonio la bella Nancy si dice pronta a compiere il grande passo, di nuovo, nonostante sia ancora in attesa del divorzio dall’ex marito Luca Manfredi, da cui é separata dal 2002.
“Con il chirurgo plastico Roy De Vita stiamo insieme da 8 anni. Ci siamo conosciuti perché dopo essere stata operata per un cancro alle ovaie, mi volevo far togliere la cicatrice alla pancia. Con lui ho creato il rapporto più lungo della mia vita”.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here