L’ultimo bacio e la società mucciniana

0
62

lultimo bacioCarlo sta per sposare Giulia, incinta di lui. La madre di Giulia è ossessionata dall’età e dai suoi mille problemi fantomatici, mentre Marco concepisce il matrimonio come un contratto, un modo come un altro di fare i propri interessi.

[ad]

Adriano sta vivendo un matrimonio d’inferno e odia sua moglie. I sentimenti si palesano, poi salgono di tono e tutti alla fine stanno peggio. Carlo, che vede il matrimonio come un cambiamento finale, dopo il quale non si potrà che essere seri e tristi, si concede un’ultima fuga “cedendo” alle grazia di una squisita liceale, per la quale perde la testa.

Questo film rispecchia al meglio le problematiche quotidiane della nostra società, ognuno coi suoi problemi, coi suoi ritmi e le sue paure. Muccino mette in scena una serie di pezzi, ogni storia rappresenta ognuno di noi, che colpisce profondamente lo spettatore. Questo teatro mucciniano altro non fa che parlare di un discorso infinito, di una parentesi mai chiusa che fa parte di noi e che ci rappresenta, che ci identifica, perché è questo l’effetto che Gabriele Muccino ha sul suo pubblico. E quando in scena va ogni singolo pezzo de L’ultimo bacio, va in scena una parte di noi, un trascorso passato, va in onda quello che in una parola si chiama vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here